LE ÀNCORE: REGALA A TUO FIGLIO UNO STRUMENTO PER LA VITA

Le àncore: uno strumento importante per tuo figlio

Sicuramente ti sarà capitato di sentire una canzone e immediatamente risentire dentro di te le emozioni improvvise e incontrollate relative a un momento passato (di cui abbiamo memoria oppure no) oppure di sentire un profumo particolare che ti ricorda un’esperienza vissuta e rivivi le stesse sensazioni.

Questi sono esempi di àncore.

Un interruttore (canzone, profumo, sapore ecc..) scatena un’emozione o uno stato d’animo vissuto in passato, di un momento di cui magari non abbiamo un ricordo cosciente.

Un’ àncora è quindi quel processo di associazione di una risposta emotiva interna a uno stimolo esterno, casuale o controllato.

Mi spiego meglio:


potresti aver sentito parlare dei famosi “Cani di Pavlov”.

Continue reading

PERMETTI A TUO FIGLIO DI SBAGLIARE

      Nessun commento su PERMETTI A TUO FIGLIO DI SBAGLIARE

permetti a tuo figlio di sbagliare

 

“Non mi scoraggio perché ogni tentativo sbagliato è un altro passo avanti”

Thomas Alva Edison

 

Guardare i nostri figli commettere errori è doloroso.

È naturale che i genitori vogliano proteggere i propri figli dalle delusioni e dai fallimenti, ma questo riduce la loro autostima e li rende più insicuri.





“Cosa fai per prima cosa quando impari a nuotare? Fai degli errori, non è vero? E cosa accade? Fai altri errori, e quando tu hai fatto tutti gli errori che è possibile fare senza affogare – e alcuni di loro anche più e più volte – cosa scopri? Che sai nuotare!
Bene – la vita è la stessa cosa che imparare a nuotare! Non aver paura di fare degli errori, perché non c’è altro modo per imparare come si vive.”


ALFRED ADLER









Quando ai bambini viene data la possibilità di lottare e talvolta fallire, si consente loro di sviluppare importanti capacità sociali ed emotive .


Come genitori, la nostra responsabilità è di mantenere i bambini incolumi.


Ciò non significa però che dobbiamo proteggerli da ogni possibilità di sconfitta; significa lasciarli fallire in sicurezza.


È difficile, ci provoca tristezza, ansia o sensi di colpa.


Ma come ha recentemente scritto la psicologa Madeline Levine sul New York Times , “se non sopporti di vedere tuo figlio infelice (neanche per un momento), hai sbagliato ruolo”.


ll nostro ruolo, infatti, dovrebbe essere quello di supportare e guidare i nostri figli e non quello di sostituirci a loro o eliminare tutti gli ostacoli che incontrano sul loro cammino. (Quelli che nel mondo anglosassone sono chiamati genitori-tosaerba, una versione aggiornata e ampliata dei genitori-elicottero)

Continue reading

5 PASSI DA FARE ANZICHE’ URLARE CONTRO I TUOI FIGLI

Ci hanno detto tutti e in tutte le lingue che urlare è sbagliato ed è anche controproducente: spaventa i bambini, ti fa sentire in colpa e non funziona nemmeno!!!

Uno studio pubblicato sul Journal of Marriage and Family nel 2003 riporta che quasi il 90 % dei genitori intervistati hanno ammesso di urlare con i loro figli.

Mal comune mezzo gaudio?

Se è vero che quasi tutti i genitori ricorrono alle urla con i loro figli è altrettanto vero che non è molto efficace. 

Non solo gli stai insegnando che urlare è un modo per risolvere i conflitti, ma potresti anche peggiorare le cose.

Continue reading

LA MAMMA PERFETTA NON ESISTE!

      Nessun commento su LA MAMMA PERFETTA NON ESISTE!

Analizziamo 12 modelli educativi: in quale ti riconosci?

la mamma perfetta non esiste

Partiamo da un presupposto: non esiste una mamma perfetta!

Non è possibile essere una madre perfetta. Ma ci sono milioni di modi per essere una buona madre.

(Jill Churchill)


Facciamo del nostro meglio per essere dei bravi genitori partendo da ciò che abbiamo, da ciò che ci hanno insegnato da ciò che abbiamo sperimentato sulla nostra pelle.


Ognuno di noi ha un modello educativo, consapevole o inconsapevole che sia.

Per la maggior parte dei casi si tratta di un modello inconsapevole, cioè non intenzionalmente applichiamo il modello dei nostri genitori, o l’opposto perché non ne condividiamo il modello, o ancora un mix dei due a seconda dei casi.

Tra i modelli educativi si possono distinguere diverse tipologie, qui ne analizzeremo 12.


Non si tratta di distinzioni assolute, (a me non piacciono le classificazioni rigide), ci si può riconoscere in più di un tipo, in funzione del rapporto con i propri figli.

Continue reading

I TRE CERVELLI

      Nessun commento su I TRE CERVELLI

La chiave per la comunicazione adulto-bambino





Nella comunicazione non importa quanto coerente, logico e corretto il contenuto possa essere,

se non c’è un sentimento connesso, il messaggio non verrà considerato.”

Matteo Mainetti





La comunicazione adulto-bambino può sembrare piuttosto complicata ma in realtà si tratta semplicemente di ascoltare, mostrare interesse, stabilire confini e imparare a scendere a compromessi.


La prima parola magica è: empatia.


Per stabilire una comunicazione con tuo figlio devi metterti nei suoi panni, devi, farlo sentire compreso, dimostrargli che hai capito ciò che sta provando.

In tutti i casi in cui interagisci con tuo figlio, prima ancora di dare un giudizio, prima ancora di fornire soluzioni o spiegazioni, prima di dire cosa deve o non deve fare, devi fargli capire (a volte anche solo con una parola) che capisci cosa prova.


Devi conquistare il cervello rettile (istinti) e limbico (emozioni) perché la neocorteccia (ragionamento) nel bambino si sviluppa successivamente

Continue reading

10 SANE ABITUDINI PER UNA VITA FAMILIARE SERENA

SANE ABITUDINI

Una routine quotidiana è molto importante per i nostri bambini. Grazie ad essa, è possibile creare un ambiente stabile e tranquillo nel quale i piccoli si sentono sicuri.


Per i bimbi piccoli soprattutto, i rituali sono molto importanti.

È proprio attraverso questi piccoli gesti, sempre identici, che i bambini acquisiscono fiducia e sicurezza, aumentando così la propria autostima e quella delle persone che si trovano al loro fianco.

“Noi siamo ciò che facciamo ripetutamente. Perciò l’eccellenza non è un’azione, ma un’abitudine.”

Aristotele


Ecco 10 sane abitudini da inserire nella routine quotidiana di tuo figlio.

Alcune probabilmente ne fanno già parte, altre andranno piano piano introdotte.

Continue reading

5 STRATEGIE PER COSTRUIRE LA RESILIENZA DI TUO FIGLIO

resilienza

In questo articolo voglio parlare di un indispensabile strumento da fornire ai nostri figli affinché siano in grado di affrontare e reagire alle difficoltà della vita: LA RESILIENZA.

Resilienza

La resilienza è la capacità di ricostruirsi e riuscire, nonostante le difficoltà, la capacità di fronteggiare le avversità e di dare nuovo slancio alla propria esistenza, riuscendo perfino a raggiungere mete importanti.

Continue reading

COME INCORAGGIARE TUO FIGLIO NEL MODO GIUSTO

COME INCORAGGIARE TUO FIGLIO NEL MODO GIUSTO

Se usate correttamente, le parole incoraggianti possono avere potenti effetti positivi su tuo figlio.

È importante elogiare nostro figlio nel momento in cui ottiene un risultato e incoraggiarlo quando dà il massimo senza ottenere gli esiti sperati.

Questo aiuta la sua crescita sia per quanto riguarda lo slancio verso l’apprendimento sia per la costruzione della sua autostima.

Spesso sottostimiamo il potere di una carezza, un sorriso, una parola gentile, un orecchio attento, un complimento onesto, o il più piccolo gesto d’attenzione, i quali tutti hanno il potenziale di cambiare una vita”.

Leo Buscaglia

                       
Continue reading

DIETRO IL CAPRICCIO DI TUO FIGLIO SI NASCONDE UN DISAGIO

I bambini non fanno i capricci ma manifestano un disagio

Quando tuo figlio fa i capricci manifesta un disagio. Lo yogurt blu.

Gli scoppi d’ira sono imprevedibili e trasformano rapidamente il tuo adorabile bambino in una peste furiosa e urlante.


Quello che sembra un evento casuale è in realtà il modo in cui tuo figlio cerca di dirti qualcosa.
Semplicemente non ha la capacità di esprimerlo in modo calmo e con un linguaggio appropriato.

Finita la maternità, si ritorna al lavoro, ma tanto la Scricciola manco se ne accorge penso…esco alle 15:00 e vado a prenderla al nido, abbiamo tutto il pomeriggio per stare insieme e come dicono gli “Espertoni” è la qualità che conta non la quantità.
Si certo, così credevo….

Continue reading